L'arte del giardino giapponese tradizionale (avanzato)

Corso avanzato teorico-pratico di progettazione, realizzazione e manutenzione

Sede di riferimento
Area Formativa
Periodo
Dal 12/06/2019 al 17/10/2019
Durata
88 ore

Seconda parte del percorso sul giardino tradizionale giapponese riservato a coloro che abbiamo già frequentato il corso base.

Un corso 'complete' sul giardino giapponese in cui vengono toccati in modo organico tutti gli aspetti compositivi e realizzativi che possono davvero arricchire il knowhow del garden designer e del giardiniere/manutentore. 

ISCRIZIONE ONLINE

Nota: Utilizziamo il sistema WiredExperience per le registrazioni online, oppure clicca sul link per scaricare la Scheda di iscrizione da inviare via mail o via fax.

Per maggiori informazioni contattare la referente dott.ssa Giovanna Cutuli tel. 039 2302979 int. 2 sottoint. 1
g.cutuli@monzaflora.it

Requisiti necessari

Accessibilità limitata a coloro che hanno frequentato il ‘corso base

Docenti

FRANCESCO MERLO - dottore agronomo, progettista di parchi e giardini; formatosi al Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Torino, consegue il Master in 'Progettazione del Paesaggio e delle Aree Verdi' nella medesima Università e successivamente si specializza al Research Center for Japanese Garden Art di Kyoto. Nel 2006 fonda lo Studio Associato Vigetti Merlo che opera nella progettazione di parchi e giardini in Italia, Europa e UAE. Già docente di ‘Parchi e Giardini’ alla Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Torino, collabora oramai da anni nella didattica della Scuola Agraria del Parco di Monza sui temi del giardino orientale e del verde tecnologico.

SACHIMINE MASUI - giardiniere professionista che opera a Yoshino nella prefettura di Nara; formatosi in Landscape Architecture presso la University of Pennsylvania (Philadelphia, USA), ha lavorato come paesaggista in Italia, Svizzera e Giappone per poi seguire l’apprendistato tradizionale sul giardino giapponese a Nara; nel 2013 ha fondato la Sachimine Garden + Landscape, studio/laboratorio che si occupa della manutenzione, progettazione e costruzione di giardini e aree verdi per privati, templi e monasteri. Nel 2007 ha pubblicato il volume in lingua italiana: San Sen Sou Moku, il giardino giapponese nella tradizione e nel mondo contemporaneo, Edito da CasadeiLibri di Padova.

​HIROMI HOSHI (Koukai Kirishima) - giardiniere professionista che opera nella prefettura di Kanagawa; formatosi in Green Engineering and Landscaping; all’eta di 20 anni ha iniziato il suo apprendistato come giardiniere tradizionale; oggi è il più giovane membro del Consiglio Generale della Garden Society of Japan ed è vicepresidente del branch di Kanagawa; dal 2013 è assignatario delle attività internazionali della Garden Society of Japan; ha insegnato l’arte del giardino tradizionae a Sidney durante l’International Japanese Garden Symposium ha tenuto numerose conferenze e workshop in Europa e Asia. È presidente e CEO della Niwasyou-Kirishima Co.Ltd che opera nella progettazione, realizzazione e manutenzione di parchi e giardini privati e pubblici, di monasteri e templi.

Struttura

3 Moduli, rispettivamente di 3-5-5 giorni, della durata complessiva di 104 ore.

MODULO 1 - Docente Francesco Merlo (12, 13 e 14 giugno 2019)
Giorno 1 - APPROFONDIMENTO STILISTICO
Giorno 2-3 - I SOVRASTILI DEL GIARD. GIAPP.

MODULO 2 - Docente Sachimine Masui (2, 3, 4 e 5 settembre 2019) 
Giorno 1-3 - CHIKEI
Giorno 4 - ROJI
Giorno 5 - LA POTATURA

MODULO 3 - Docente Hiromi Hoshi (14, 15, 16 e 17 ottobre 2019)
Giorno 1 - LE PAVIMENTAZIONI (teoria)
Giorno 2-3 - LE PAVIMENTAZIONI (pratica)
Giorno 4-5 - GLI STECCATI

Note

Segnaliamo che le date dei corsi possono subire modifiche e che i corsi verranno avviati solo al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

 

Quota
1.500,00€

Corsi

Sponsor

Newsletter

Desideri essere sempre aggiornato con le iniziative della scuola? Iscriviti alla nostra newsletter, e sarai sempre informato.
AVVERTENZA. DLGS 196/2003. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono o da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in internet, da dove sono stati prelevati.